Rimani in contattoIscriviti alla nostra Newsletter.

Tommaso Dusi

La passione per la montagna mi è stata trasmessa da mia madre, e fin da piccolo percepivo che in quello sforzo e in quella fatica si celava qualcosa di speciale: i panorami dalle cime mi riempivano di una gioia indescrivibile.

Per me la montagna è il modo per recuperare quello che nella vita "orizzontale" si smarrisce e dimentica: i rapporti umani si spogliano di formalismi, ritrovano la loro essenza ed in piccolissimi gesti come la condivisione dell'ultimo sorso d'acqua si riscoprono i valori umani più semplici ma più veri.

La montagna è il riscatto dei sogni infranti e fa star bene; questa sensazione di benessere sia fisica che mentale è incredibilmente contagiosa e fornisce una grande energia per affrontare la nostra vita sociale.

Highlight
  • attività alpinistica

    Ascensione in solitaria del Monte San Miguel (6000m) nel Nievado de Cachi in Bolivia nell'agosto del 2005,
    Scalata in solitaria della Via del Missile, Via Mescalito, Via Diedro Manolo, Via delle Fontane con variante Klif Klof, Via Isola del Nagual, Via Agostina, Via il Razzismo dal Mondo in Val del Sarca nel 2006
    Ascensione dell'Island Peak (6189 m) in Nepal nel 2010.
    Prima ascensione assoluta in solitaria del Mayamama Peak (5247m), aprendo la "Via del Disertore" - Nepal, 2010 
    Salita del Cerro Torre in Patagonia nel 2015